Home » CGNotizie » Capitulum Generale 2015: Cronaca 3º giorno

Capitulum Generale 2015: Cronaca 3º giorno

F_day3

La terza giornata capitolare è stata guidata dal Moderatore per la lingua inglese, Fr. John Puodziunas, e si è aperta con un breve momento di preghiera. I lavori della giornata si sono concentrati sulla presentazione della prima parte della Relazione del Ministro generale, che ha prestato particolare attenzione ai temi economici.

Fr. Michael Perry, durante la lettura della sua Relazione, ha affrontato i temi del calo numerico dei Frati e dell’invecchiamento che si sta vivendo nell’Ordine, ma ha anche indicato segni di speranza, che si incominciano a intravvedere per uno sviluppo futuro. Ha, poi, parlato della mancanza di motivazione che molti frati stanno sperimentando nel vivere la vita francescana e, da ultimo, ha invitato ad approfondire la dimensione spirituale della nostra vita, per poter “sognare in grande” e mantenere viva l’energia e la passione per la vita evangelica, sollecitando in questo la collaborazione tra le diverse Entità dell’Ordine.

Terminata la presentazione del Ministro generale e fatta una breve pausa, l’Assemblea capitolare si è riunita di nuovo per ascoltare la parte economica della Relazione.

La prima sessione del pomeriggio è stata, invece, dedicata ai lavori nei gruppi capitolari, che si sono costituiti e hanno fatto la loro prima riunione, discutendo la prima parte della Relazione ascoltata in mattinata. Le conclusioni e le domande sono, poi, state presentate in Aula, dando vita ad un dialogo con il Ministro.

Nell’ultima parte della giornata le Conferenze si sono riunite per iniziare a discutere sui candidati agli uffici di Ministro e di Definitori generali. Anche i Presidenti dei gruppi, che si sono costituiti, si sono riuniti con la Presidenza del Capitolo per eleggere un loro rappresentante che faccia parte del Consiglio di presidenza.

Come di consueto la pregheira vespertina e la cena hanno concluso una giornata intensa, ma vissuta sempre in un clima fraterno e di reciproco ascolto.